Salta al contenuto principale
L'elenco:

Anamnesi e visita medica

Il primo passo verso la diagnosi: l'anamnesi…

Con il termine anamnesi si intende in medicina l'accertamento della storia clinica del paziente tramite un colloquio. L'anamnesi si effettua sempre all'inizio del percorso di diagnosi e svolge un ruolo centrale anche nelle malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) quali la malattia di Crohn o la colite ulcerosa. Si tratta della precisa descrizione dei tuoi sintomi, come quando e in quale contesto si manifestano, se esistono fattori scatenanti e ulteriori questioni che possono essere di interesse. Inoltre, il medico si informerà sulle tue specificità in relazione alla salute, sulle tue predisposizioni, i tuoi comportamenti ed eventi passati, come ad es. interventi chirurgici, malattie precedenti o concomitanti.

Due esempi che spiegano perché queste domande sono di particolare importanza:
1.) Se uno dei tuoi parenti di primo grado, diciamo un genitore, soffre di colite ulcerosa, il tuo rischio di contrarre la malattia è aumentato di 10 15 volte.

2.) Negli ex fumatori la probabilità è del 70% superiore rispetto alle persone che non hanno mai fumato, o sorprendentemente, rispetto ai consumatori attivi di nicotina (comunque smettere di fumare è meglio) Nella malattia di Crohn il fumo rappresenta un importante fattore di rischio per l'insorgenza di una malattia con decorso grave ↳

Che cosa chiede il medico nel colloquio di anamnesi?

Più informazioni importanti riceve il medico da te, maggiore è l'utilità del colloquio. Può essere utile annotare sistematicamente i propri sintomi prima dell'appuntamento con il medico. L'applicazione "CED Forum" può essere molto utile per questo. Verranno trattati i seguenti punti:

  • Famiglia: nella tua famiglia si verificano spesso malattie gastrointestinali? Ci sono altre particolarità?
  • Disturbi fisici:  
    • In riferimento all'intestino: hai spesso dolore nel basso addome a destra? Crampi addominali? Diarrea con presenza di muco, di sangue o liquida? Variazioni nella defecazione? Maggiore frequenza di defecazione? Stimolo più forte alla defecazione?  
    • In relazione ad altre parti del corpo (manifestazioni extraintestinali): dolore alle articolazioni o alle ossa? Alterazioni cutanee? Malattie agli occhi? Osteoporosi? Malattie al fegato?
    • Generali: febbre? Spossatezza? Sensazione di indisposizione? Perdita di peso?
  • Disturbi psicologici: hai malesseri psichici familiari o di altro genere?
  • Malattie/Eventi: allergie? Infezioni? Altre malattie? Intolleranze alimentari? Precedenti operazioni o eventi legati alla salute?
  • Alimentazione
  • Stile di vita: movimento? Nicotina? Alcool? Droghe? Fattori ambientali?
  • Situazione professionale e sociale↳

… e la visita fisica

Al colloquio medico fa seguito la visita fisica e/o clinica. Tramite l'ispezione visiva, la palpazione e l'auscultazione del paziente è possibile desumere importanti informazioni prima di procedere alla più dispendiosa diagnosi strumentale con procedure per immagini ed endoscopia intestinale. Il medico misura inoltre la pressione arteriosa, la frequenza cardiaca e la temperatura dell'organismo, oltre alla tua massa corporea. Perdite o aumenti di peso sono un importante parametro per la valutazione del decorso della malattia e del trattamento. 
Con la palpazione dell'addome il medico percepisce, tra le altre cose, la consistenza e tensione dell'addome nonché la situazione e la mobilità degli organi interni. In questo modo riesce anche ad appurare e localizzare punti sensibili alla pressione.

Un'importante misura per l'individuazione di malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) quali la malattia di Crohn e la colite ulcerosa è l'esplorazione rettale, per verificare se il retto presenta alterazioni patologiche. L'esame viene effettuato inserendo delicatamente un dito indice nell'ano, con l'ausilio di guanti e lubrificante, e tastando il retto con cauti movimenti rotatori interni. In questo modo il medico può verificare la funzionalità dello sfintere e percepire eventuali irrigidimenti o ulcere della mucosa. Negli uomini, questo semplice metodo viene anche utilizzato per la palpazione della prostata.

L'esplorazione rettale avviene perlopiù con il paziente posizionato su un fianco e con le gambe raccolte verso il corpo. La prima volta può sembrare una cosa insolita e spiacevole. Un buon medico ti spiegherà però prima come si svolge e l'obiettivo di questo esame e ti aiuterà a rimanere il più possibile disteso. Un metodo spesso utile consiste nell'allentare un po' lo sfintere dell'ano contraendolo e rilasciandolo più volte.↳

Articoli simili

Scopri di più

Scambio di idee sulle MICI

Vuoi scambiare idee con altri malati di Crohn e colite? L'organizzazione di pazienti Crohn Colitis Schweiz (CCS) ti dà questa possibilità. Scopri di più!

Tutto su svolgimento e preparazione

Endoscopia intestinale

L'endoscopia intestinale è un elemento fondamentale della diagnosi di Crohn e colite. Si tratta di un esame di routine. Scopri di più sul suo svolgimento.

Tecniche d’imaging

Ecografia & Co. nella diagnosi di MICI

Scopri di più su ecografia (sonografia), tomografia computerizzata (TC) e risonanza magnetica (RM) nella diagnosi di Crohn e colite.

Che cosa significano i valori?

Risultati di laboratorio in caso di MICI

Nelle MICI aumentano spesso gli indicatori infiammatori, ad es. PCR e VES, e i globuli bianchi. Le emorragie intestinali causano deficit di ferro e anemia.

© 2024 – Takeda Pharma AG